Pensiero di domenica 27 gennaio 2013

Allegria - un modo di distribuire i nostri tesori interiori

Non aspettate che siano gli altri a portarvi la vita, l’amore e la gioia: voi stessi per primi dovete aprire in voi le sorgenti della vita, dell’amore e della gioia. Per ricevere, bisogna prima incominciare a dare. Alcuni diranno di essere troppo oppressi dal dispiacere e dalla tristezza per poter donare qualcosa. No, non è un buon argomento, poiché un tale atteggiamento serve solo a mantenervi in quello stato. Divorziate subito da quel dispiacere e da quella tristezza! Scrivete oggi stesso una lettera: «Cara tristezza e caro dispiacere, ho deciso di abbandonarvi». «Ma come? – diranno quelli – stavamo così bene insieme!» E voi risponderete: «Sì, voi, forse, ma non io... perciò vi abbandono!» E fate in modo che il vostro sguardo esprima sin da ora questa separazione. Possedete talmente tanti tesori sepolti in voi! Perché di quei tesori non dovrebbe trasparire niente all’esterno? Lasciate quindi da parte tutte le ragioni per essere tristi, e cercate invece quelle che avete per essere allegri. Con l'allegria si dà, e con il dispiacere si prende. Dovete dire a voi stessi che se in certi giorni non potete più ridere, è perché vi state allontanando dalla giusta via.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
La verità, frutto della saggezza e dell'amore
€ 10,00
Aggiungere
>
€ 28,00
Aggiungere
La Pietra filosofale
€ 10,00
Aggiungere