Pensiero di giovedi 9 luglio 2015

Amore - come stato di coscienza superiore

Lo scopo della vita spirituale è condurci a conoscere quello stato di coscienza superiore che viene chiamato “amore divino”. Sì, perché il vero amore, quello che ci avvicina a Dio, è uno stato di coscienza. È impossibile descriverlo, e nemmeno lo si può spiegare a esseri che non sono pronti a viverlo; tutto ciò che si può fare è cercare di condurveli a poco a poco. Chi giunge a questo stato di coscienza si sente interiormente legato all’intero universo; diventa allora come uno strumento le cui corde vibrano all’unisono con tutto ciò che esiste. Una pace profonda lo abita, e soprattutto egli prova un'immensa benevolenza nei confronti di tutti gli esseri. Non sa da dove provengano queste buone disposizioni, sente semplicemente che esse hanno invaso il suo cuore e la sua anima, sente che lo spingono a manifestarsi con bontà, comprensione, ed egli entra in contatto con l’essenza profonda della creazione.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Alle sorgenti inalterabili della gioia
€ 10,00
Aggiungere
Promozione
€ 21,00
Aggiungere
L'Acquario e l'arrivo dell'Età d'Oro **
€ 19,00
Aggiungere