Pensiero di sabato 21 ottobre 2017

Amore - conservare la poesia che aveva all'inizio

Niente è più poetico dell’inizio di un amore. Un uomo e una donna s’incontrano, si sorridono, si scambiano qualche parola o si vedono da lontano, e all’improvviso vivono nell’ispirazione: interiormente diventano poeti. Ma non appena cominciano ad avvicinarsi fisicamente, quelle sensazioni di meraviglia si dissolvono. Quanti l’hanno notato! Sì, l’hanno notato, ma non ne traggono alcuna lezione: non faranno nessuno sforzo per proteggere quell’amore che si risveglia, vivendolo il più a lungo possibile nelle regioni sottili. Per curiosità, per golosità, gli uomini e le donne vogliono subito andare ad esplorare il terreno… e anche i sotterranei. Allora, naturalmente, non è più la stessa cosa: non si vedono più allo stesso modo, non sono più così incantati l'uno davanti all’altra, si conoscono troppo in situazioni che non sono tanto estetiche. Perché non cercano di mantenere un po' le distanze, in modo da vivere il più a lungo possibile il loro amore nel mondo della bellezza, della poesia e della luce?

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
L'anima strumento dello spirito
€ 3,50
Aggiungere
Per diventare un libro vivente - Elementi autobiografici 1
€ 23,00
Aggiungere
Arcangelo San Michele
€ 23,00
Aggiungere