Pensiero di giovedi 26 gennaio 2017

Amore - per proteggerlo, consacrarlo a Dio

Gli esseri umani identificano troppo spesso l'amore con il piacere, ed è per questa ragione che il loro amore, alla lunga, si trasforma in veleno. Per salvare il proprio amore, essi devono prendere coscienza del lavoro che possono fare con esso e consacrarlo a Dio, dicendo: «Ecco, Signore, queste energie che sento ribollire in me, voglio metterle al servizio della Tua gloria, per la venuta del Tuo Regno». Ovviamente sono pochi gli uomini e le donne che accetteranno questo concetto dell'amore, anzi, molti lo troveranno ridicolo. Pensano che i sentimenti e le sensazioni che provano riguardino solo loro: il Cielo non ha niente a che vedere. Ma se il Cielo non ha niente a che vedere, è l'inferno che viene a immischiarsi e a dire la sua. Quando qualcuno afferma: «Il mio amore riguarda solo me», quel “me” che pensa solo ad assaporare egoisticamente i piaceri è già in cammino verso l'inferno. Perché nel loro amore gli uomini e le donne sopprimono il Cielo? Si direbbe che abbiano vergogna e cerchino di nascondersi alla sua vista! Ma davanti all'inferno non hanno vergogna; allora non si lamentino se arriverà un momento in cui avranno la sensazione di vivere l'inferno!

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Regole d'oro per la vita quotidiana
€ 10,00
Aggiungere
Pensieri quotidiani  2011
€ 12,00
Aggiungere
La fede che sposta le montagne
€ 10,00
Aggiungere