Pensiero di lunedi 22 agosto 2016

Amore - una corrente che circola

Non preoccupatevi di sapere se l’essere che amate è anche lo stesso che ama voi. Perché? Perché l’amore circola, va dall’uno all’altro: lo si riceve e lo si deve dare. Ciò che donate all’essere che amate, egli a sua volta lo dona, e si forma così una catena, una corrente che parte da voi e ritorna a voi attraverso migliaia di uomini e di donne. Spesso coloro che si accontentano di scambiarsi reciprocamente il proprio amore, non fanno circolare la corrente; al contrario, la interrompono. Ed eccovi ancora un’immagine. Immaginate gli esseri umani come tanti alpinisti che fanno parte di un’unica cordata. È necessario che ciascuno avanzi e che la corda rimanga tesa. Se, a chi cammina davanti a voi, dite: «Ti amo... Voltati, guardami», ostacolate l'avanzare di tutta la colonna. “Voltarsi” significa allentare la corda, significa impedire sia a coloro che stanno davanti sia a coloro che stanno dietro di continuare a salire. Ciascuno deve avanzare nel senso di marcia di tutta la catena. Non dobbiamo fermarci lungo il cammino per guardarci e parlarci; dobbiamo sempre salire senza tregua, senza cedimenti, verso la vetta. La vita quotidiana offre numerose occasioni per interpretare questa immagine!

Omraam Mikhaël Aïvanhov


Il lavoro alchemico ovvero la ricerca della perfezione
€ 10,00
Aggiungere
Creazione artistica e creazione spirituale
€ 10,00
Aggiungere
Verso un mondo nuovo
€ 3,50
Aggiungere