Pensiero di sabato 7 gennaio 2012

Amore - una corrente che deve circolare

Non preoccupatevi di sapere se l’essere che amate è anche lo stesso che ama voi. Perché? Perché l’amore circola, va dall’uno all’altro: lo si riceve e lo si deve dare. Ciò che donate all'essere che amate, egli a sua volta lo dona, e si forma così una catena, una corrente che parte da voi e ritorna a voi attraverso migliaia di uomini e di donne. Spesso, coloro che si accontentano di scambiarsi reciprocamente il proprio amore, non fanno circolare la corrente; al contrario, la interrompono. Eccovi ancora un'immagine. Immaginate gli esseri umani come alpinisti che fanno parte di un'unica cordata. È necessario che ciascuno avanzi e che la corda rimanga tesa. Se a chi cammina davanti a voi dite: «Ti amo... Voltati, guardami!», ostacolate la marcia di tutta la colonna. “Voltarsi” significa allentare la corda, significa impedire a coloro che stanno davanti di continuare a salire, e a coloro che stanno dietro di proseguire il loro cammino. Ciascuno deve avanzare nel senso di marcia di tutta la catena. Non dobbiamo fermarci lungo il cammino per guardarci e parlarci; dobbiamo sempre salire senza tregua, senza cedimenti, verso la vetta. La vita quotidiana vi darà tantissime occasioni per interpretare questa immagine!

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Lo Zodiaco, chiave dell'uomo e dell'universo
€ 10,00
Aggiungere
La Bilancia cosmica - la scienza dell'equilibrio
€ 10,00
Aggiungere
Linguaggio simbolico, linguaggio della Natura
€ 19,00
Aggiungere