Pensiero di domenica 8 maggio 2016

Avvenire - nel quale possiamo proiettarci

Avete commesso degli errori, avete sofferto molto… Dimenticate quegli errori e quelle sofferenze, e sforzatevi di proiettarvi nell’avvenire. Pensate che siete figli e figlie di Dio, pensate che siete predestinati ad avvicinarvi alla perfezione del vostro Padre celeste. Immaginate quello stato straordinario di fioritura, di gioia, di pienezza, e già lo assaporerete, lo vivrete, ed esso comincerà a realizzarsi in voi. Quando dovete affrontare una situazione temibile – come ad esempio passare un esame, subire un’operazione o comparire davanti a un tribunale – vi preoccupate già diversi giorni in anticipo chiedendovi cosa succederà, e vivete dolorosamente quei momenti… E quando pensate che incontrerete colui o colei che amate, anche allora vivete in anticipo quel momento e già ne provate gioia. Allora, dato che il pensiero può proiettarvi in un avvenire molto prossimo, perché non dovrebbe potervi proiettare in un avvenire lontano? La potenza del pensiero è una realtà e il discepolo deve imparare a servirsene per avanzare sul cammino della perfezione.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Pensieri quotidiani 2014
€ 12,00
Aggiungere
L'Acquario e l'arrivo dell'Età d'Oro *
€ 19,00
Aggiungere
L'alto ideale
€ 3,50
Aggiungere