Pensiero di venerdi 2 ottobre 2015

Azioni - dobbiamo metterle coscientemente in armonia con le nostre credenze

Ci sono esseri che agiscono bene pur non avendo alcuna credenza religiosa, mentre invece altri, che dicono di avere la fede, agiscono male. Ebbene, è un vero peccato sia per gli uni sia per gli altri! Perché? Coloro che agiscono spontaneamente secondo le regole della giustizia, dell’onestà e della bontà, senza fondare coscientemente le proprie azioni su un principio spirituale, vengono privati di qualcosa di essenziale che li rafforzerebbe nelle loro convinzioni e li sosterrebbe nelle difficoltà e nelle prove. Come possono gli esseri umani immaginare che la fonte delle loro qualità più preziose sia in loro stessi? Come fanno a non sentire che al di sopra di essi esiste un’Entità che non solo possiede quelle qualità in pienezza, ma che ne è la fonte e le alimenta? Quanto a coloro che affermano di credere in Dio e che non fanno nulla per manifestare le virtù divine, la loro situazione è anche peggiore.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Lo Zodiaco, chiave dell'uomo e dell'universo
€ 10,00
Aggiungere
La Bilancia cosmica - la scienza dell'equilibrio
€ 10,00
Aggiungere
Linguaggio simbolico, linguaggio della Natura
€ 19,00
Aggiungere