Pensiero di giovedi 6 agosto 2020

Corpo di gloria - grazie a esso l'Iniziato può agire a distanza sulle creature

Nel momento della trasfigurazione sul Monte Tabor, Gesù apparve ai suoi discepoli in una luce e in uno splendore tali che essi non poterono sopportarlo e caddero con la faccia a terra. Quella trasfigurazione era un'irruzione, sul piano fisico, del corpo spirituale di Gesù, il suo corpo di gloria. Per Gesù non era ancora arrivato il momento di staccare dal corpo fisico il suo corpo di gloria per vivere definitivamente in esso, però poteva già apparire nella pienezza della manifestazione di quel corpo... Ci sono persone che hanno potuto vedere il corpo glorioso di certi Iniziati, quando questi erano in uno stato di rapimento e di estasi: il loro volto risplendeva, la luce irradiava da tutto il loro essere. È grazie a quel corpo che gli Iniziati possono spostarsi nello spazio, e inoltre possono agire a distanza sulle creature per aiutarle. Sì, e anche se il suo corpo fisico è logoro e malato, un Iniziato può sempre lavorare e inviare aiuto, poiché il corpo fisico e il corpo di gloria sono due realtà totalmente diverse; il corpo di gloria è sempre vivo, radioso, e può raggiungere le creature attraverso lo spazio per istruirle, consigliarle e consolarle o dar loro le sue benedizioni.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


La fede che sposta le montagne
€ 10,00
Aggiungere
Vita e lavoro alla Scuola Divina - I
€ 19,00
Aggiungere
Dizionario del libro della natura - analogie, immagini, simboli
€ 26,00
Aggiungere