Pensiero di domenica 13 ottobre 2019

Abitudini - possiamo cambiarle solo cambiando la memoria delle nostre cellule

Nel corpo fisico, ogni cellula dei nostri organi possiede un doppio eterico portatore di memoria. Tutte le nostre cellule – e in particolare quelle che costituiscono la materia grigia e la materia bianca del cervello e del plesso solare – registrano le nostre azioni, i nostri desideri, i nostri sentimenti e i nostri pensieri. Queste registrazioni sono come dei cliché che, una volta impressi, hanno la tendenza a ripetersi: è così che nasce l’abitudine. Perciò, se volete sostituire certe vecchie abitudini con altre nuove, migliori, dovete cambiare in voi i cliché sforzandovi di agire in conformità con il nuovo orientamento che desiderate prendere. Ciò richiede vigilanza in ogni istante, ma dite a voi stessi che la vigilanza è il segreto del successo. Vigilate quindi affinché ogni gesto, ogni parola, ogni pensiero e ogni sentimento diventino l’occasione per imprimere in voi i cliché della nuova vita. Quei nuovi cliché vi faranno entrare in relazione con le regioni luminose dell’universo. E dato che quelle regioni abitano anche in voi, riceverete da loro le correnti più pure e le particelle più preziose per formare in voi quel corpo che la tradizione iniziatica chiama “il corpo di gloria”.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Pensieri quotidiani 2014
€ 12,00
Aggiungere
L'Acquario e l'arrivo dell'Età d'Oro *
€ 19,00
Aggiungere
L'alto ideale
€ 3,50
Aggiungere