Pensiero di domenica 13 maggio 2012

Anima gemella - che il discepolo trova nel suo Maestro

Tutti noi abbiamo un’anima gemella. Il più delle volte essa rimane invisibile, non è incarnata, ma può accadere che per un momento prenda in prestito i tratti di un'altra persona. Che il discepolo sia uomo o donna, la sua anima gemella può manifestarsi a lui attraverso il suo Maestro. Un Maestro spirituale è infatti un’anima collettiva: anche se ovviamente egli rimane un essere individualizzato, numerose entità possono entrare in lui per aiutare tutti coloro che attendono da quel Maestro la luce e la rivelazione del senso della propria vita. Questo deve dunque essere molto chiaro per i discepoli: il Maestro non può essere che il canale attraverso il quale passa la loro anima gemella, al fine di dare uno slancio ai discepoli per la loro evoluzione. I discepoli avranno con essa dei veri scambi solo se sapranno amare il loro Maestro di un amore spirituale, senza cercare di attirarlo a sé.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


Regole d'oro per la vita quotidiana
€ 10,00
Aggiungere
Centri e corpi sottili
€ 10,00
Aggiungere
Il lavoro alchemico ovvero la ricerca della perfezione
€ 10,00
Aggiungere