Pensiero di lunedi 13 luglio 2015

Amore verso se stessi - coscienza della propria dignità di figli di Dio

Coloro che pensano che non si debba amare se stessi sono in errore. Amarsi è normale, è la natura stessa che ha dato questo istinto ai suoi figli. Essi però devono imparare ad amarsi cominciando con l'essere coscienti della propria dignità di figli di Dio. Quando si mangia e si beve qualunque cosa e in qualche modo, quando ci si intossica i polmoni col tabacco, quando ci si avvelena con pensieri e sentimenti distruttivi, si ha forse amore per se stessi? No. Amarsi significa vegliare a non lasciar entrare dentro di sé nessun elemento impuro, nocivo, sia esso fisico o psichico. Sì, perché tramite la purezza si preparano le condizioni per ricevere la visita di entità luminose. E se siete attenti a non fare del male agli altri, ma al contrario ad aiutarli, a confortarli e a consolarli, ecco che preparate le condizioni affinché il Signore venga a dimorare in voi e a portarvi le Sue benedizioni. Ecco come dovete amare.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 
Commento all’Apocalisse
€ 10,00
Aggiungere
La nuova religione solare e universale (II)
€ 19,00
Aggiungere
Il nuovo anno
€ 3,50
Aggiungere