Pensiero di martedi 22 dicembre 2015

Arcangelo Gabriel - la trasmissione dei geni

Il seme messo in terra contiene in potenza tutto l’albero. In un seme nessuno può distinguere dove siano le radici, lo stelo, e ancor meno le foglie, i fiori e i frutti, eppure ben presto essi faranno la loro comparsa. Il seme è sotto l’influenza dell’arcangelo che presiede all’inverno, Gabriel, che condensa e solidifica gli elementi. Esso viene interrato nel momento più buio e più freddo dell’anno, e Gabriel gli trasmette la memoria dell’eredità, i geni che mantengono le sue caratteristiche da una generazione all’altra. L’arcangelo introduce nel seme tutte le particolarità e le virtù della pianta e le condensa in quel corpo minuscolo che contiene in potenza tutto un divenire. E agisce allo stesso modo con i semi degli animali e degli esseri umani. Ogni generazione conserva nei suoi cromosomi tutti i caratteri che le sono propri: la memoria non si perde.

Omraam Mikhaël Aïvanhov


La nuova terra
€ 19,00
Aggiungere
Le Potenze della Vita
€ 19,00
Aggiungere
Dalla terra al Cielo – Il senso della preghiera
€ 17,50
Aggiungere